La densitometria ossea DEXA è un esame poco invasivo ,equivalente  ad una Rx a bassa dose che permette di valutare la densità minerale ossea, ossia la materia minerale presente all’interno dello scheletro, calcolata su centimetro quadrato. La materia minerale è ciò che compone le ossa; quando diminuisce, per età o per patologie, l’osso diventa più debole e può andare incontro a un maggior rischio di fratture. 

A cosa serve la densitometria ossea? 

La valutazione della quantità di materia minerale presente nell’osso permette di identificare patologie come l’osteoporosi e di tenere sotto controllo l’evoluzione nel tempo.

L’osteoporosi è una malattia sistemica e fisiologica. Dopo i 30 anni di età, l’attività di deposizione ossea, normalmente sintetizzata dal nostro organismo, tende progressivamente a diminuire. Nella terza età prevale quindi il riassorbimento osseo, ossia la distruzione delle cellule più vecchie, e lo scheletro nel complesso diventa più fragile e più soggetto a fratture.
Con l’arrivo della menopausa e/o andropausa,a causa della diminuzione delle attività  ormonali, si accentua il decadimento delle cellule osteoblasti, adibite alla costruzione, con prevalenza delle cellule osteoclasti, adibite alla distruzione della matrice ossea.

La densitometria è utile agli specialisti (ortopedici-fisiatri-internisti-endocrinologi-ginecologi ed altri) che si occupano del metabolismo osseo: BONE SPECIALIST, per valutare il rischio fratturato e per formulare una diagnosi e successiva terapia corretta, in base all’età ed ai valori   della densità minerale ossea del paziente, oltre ad dare indicazioni per l’applicazione della nota 79.

dexa2

Come si fa la densitometria ossea?

La densitometria, nota anche come MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata), viene eseguita per mezzo di un macchinario che utilizza specifici raggi X. Il grado di assorbimento di questi raggi da parte delle ossa e dei tessuti molli determina la quantità di materiale minerale presente all’interno delle ossa. 

Questa tecnica è chiamata DEXA (Dual-Energy X-Ray Absorptiometry). Ad oggi è la tecnica più efficace e utilizzata a livello mondiale, per eseguire correttamente una densitometria che risulta pertanto l’esame GOLD STANDARD ai fini diagnostici. Il paziente che si sottopone a questo esame viene fatto accomodare su un tavolo in posizione supina, e si esegue in genere posizionando il braccio radiogeno nei due siti standard: prima sul tratto lombare e poi sul collo femore, avendone cura di posizionarlo correttamente (siti di riferimento)In totale, l’esame dura circa 20 minuti; non è doloroso, poco invasivo.

L’eventuale presenza di mezzi di sintesi chirurgici: protesi, placche, chiodi endomidollari, viti, inficiano l’esame, per cui bisogna eseguire l’esame in altri distretti collo femore controlaterale, polso. Lo stesso problema può riscontrarsi per la presenza marcata di spondiloartrosi lombare.
All’esame base si può abbinare la morfometria vertebrale che permette di valutare le riduzioni in altezza dei corpi vertebrali del rachide, evitando così di eseguire le Rx

Che differenza c’è tra la MOC e la densitometria ossea?

Nessuna. Densitometria ossea e Mineralometria Ossea Computerizzata sono utilizzati come sinonimi in campo medico: consistono nello stesso esame e portano agli stessi risultati, ossia alla valutazione della densità minerale ossea.

Per la valutazione dell’osteoporosi non dev’essere eseguita la Total body che da dei parametri non attendibili ai fini diagnostici di osteoprorosi.

Come vestirsi per fare la MOC?

Non ci sono indicazioni particolari da fornire in merito all’abbigliamento da indossare. L’unico dettaglio richiesto ai pazienti è di togliere eventuali oggetti metallici, come fibbie(reggiseni -basta sgangiare i gangetti posteriori), cinture, gioielli, pantaloni con cerniere,per evitare interferenze dell’apparecchio durante l’esame.

Conviene presentarsi con calzoncini corti e canotte/reggiseni senza parti metalliche.

Quali sono i sintomi di osteoporosi?

Riconoscere l’osteoporosi è difficile senza aver prima eseguito la densitometria ossea. Questo perché, di per sé, è una patologia asintomatica e indolore. Solo con una MOC DEXA al rachide lombare o femorale è possibile stabilire la densità minerale ossea e prevenire il peggioramento della malattia con farmaci adatti. Purtroppo, spesso, si viene a conoscenza dell’osteoporosi solo dopo una frattura, specialmente in età avanzata e a carico di ossa ad alto rischio come l’anca, il polso e le vertebre, quest’ultime spesso già presenti ma misconosciute. Ecco perché la prevenzione è fondamentale nel caso di questa patologia.

In genere a completamento dell’indagine MOC, secondo i valori riscontrati, vengono

consigliati Rx r. Dorsale e Lombare e degli esami di laboratorio di I/II livello, per il metabolismo dell’osso

Densitometria ossea a Palermo

Il Centro Medico L’Emiro esegue MOC DEXA a Palermo per la prevenzione e la cura dell’osteoporosi.
Se sei in possesso di RX rachide e/o esami di laboratorio eseguiti recentemente, portali in studio, il giorno della prenotazione
Contattaci per prenotare la densitometria ossea, con consegna dei risultati in breve tempo:


    I dati verranno trattati nel rispetto delle normative vigenti ai sensi dell'art.14 del Regolamento UE 2016/679.

    I campi (*) sono obbligatori